Xiaomi POCO M4 Pro 5G – Ne Vale la Pena?

Xiaomi POCO M4 Pro 5G – Ne Vale la Pena?

Lo Xiaomi POCO M4 Pro 5G è in giro da un po’ di tempo e ci tenta suadente con il suo prezzo abbordabile. Le promesse sono tante quindi vediamo se le mantiene.

Nell’insieme è un ottimo telefono di fascia entry level che delude un poco solo su fotografia, peso complessivo ed estetica. Offre una batteria molto capiente, tutte le funzioni moderne e ottime prestazioni per la grafica e i videogame. Dobbiamo trovarlo a meno di 200 euro perchè sia un buon acquisto. Possiamo valutare il suo fratellino Xiaomi POCO M4 Pro (senza 5G) per avere foto migliori ma rinunciare ad un po’ di connettività.

  • Prezzo: da 189 € a 200 €

Questo modello oscilla sul limite di prezzo tra due categorie. A 200 euro è il modello meno efficace della fascia superiore; quando viene scontato a 194 euro allora diventa il modello migliore per la fascia medio-bassa. In pratica tutto dipende dalle offerte che troviamo in giro.

  • RAM: 6GB

Altri ci offrono solo 4GB ma il POCO M4 arriva almeno al minimo di RAM necessari per un’esperienza fluida. Inoltre ha la funzione Dynamic RAM Expansion per usare altri 3 GB da memoria ROM come RAM. Molto utile quando vogliamo far partire qualche gioco con grafiche impegnative.

  • Memoria: 128GB + SD

Anche qui ci troviamo al minimo indispensabile per poter installare qualcosa di più del solo sistema operativo. Per fortuna possiamo espandere la memoria fino ad 1TB con scheda SD se siamo disposti a sacrificare uno degli slot per le schede SIM.

  • Chipset: MediaTek Dimensity 810

Monta un processore octa-core da 2,4 GHz con GPU ARM Mali-G57 per elaborare foto, video e giochi. Il processo costruttivo è già a 6nm.

  • Schermo: 6,43 pollici 1080×2400 px 90Hz AMOLED

Uno schermo di tutto rispetto che tende a consumare parecchio a causa della frequenza di aggiornamento alta. Per fortuna la batteria regge in modo perfetto. Quindi abbiamo una buona visibilità anche all’aperto e abbastanza definizione per guardare video e giocare.

  • Fotocamera: 50+8 MP

Ottiche sporgenti che rovinano l’estetica dello smartphone e lo rendono meno robusto. Fotocamere che soddisfano poco. Anche il software in dotazione non aiuta e ci costringe a smanettare per avere scatti di qualità superiore. Modalità notturna buona.

  • Selfie: 16 MP

La fotocamera frontale per i selfie fa il suo lavoro.

  • Batteria: 5.000 mAh

Un mostro di batteria con capacità illimitata. Riesce a mantenere attivo il cellulare per tutto il giorno anche con l’uso medio-alto. Caricatore da 33 W che tiene in salute la batteria e non la rovina troppo forzandola in super fast charge. Per contro sentiamo in mano il peso di tutta questa energia extra.

  • Sicurezza: Impronta e FaceID

Il lettore delle impronte è sul lato destro; ormai obbligatorio se vogliamo usare SPID, autenticazione a due fattori e riconoscimento biometrico. Il riconoscimento facciale c’è ma non serve a molto.

  • NFC: SI

Funziona il Near Field Communication e rende comodo il pagamento tramite app e lo scambio dati.

  • Audio: stereo e jack audio

Buon audio stereo poco sbilanciato con uno speaker superiore ed uno nella parte inferiore. In questo modo non rischiamo di chiuderli entrambi allo stesso tempo mentre teniamo in mano lo smartphone. Jack per le cuffie che lo rende più accattivante dei prodotti Apple.

  • Sistema Operativo: Android 11 con personalizzazioni

Avremmo preferito un Android pulito ma ogni produttore vuole dare il suo tocco e tentare di distinguersi. Quindi abbiamo MIUI 12.5. Tutto nei limiti del sopportabile: mai troppo invasivo.

  • Connettività: 5G

Già pronto per il futuro della rete veloce.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da DoDo

Sono Dodo lavoro nel mondo dell'informatica ed ho studiato all'Università MFN di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.