Wizards Unite: Primi Passi e Guida Introduttiva

Wizards Unite: Primi Passi e Guida Introduttiva
Harry Potter: Wizards Unite è arrivato anche in Italia alle ore 19 di sabato 22/06/2019. Sviluppato dalla Niantic in collaborazione con la Warner Bros che ha voluto una fetta di questa killer app. Vediamo come muovere i primi passi nel mondo magico di Harry Potter in realtà aumentata. Di seguito c’è tutto ciò che conta prima di arrivare al livello 6.

Non tutti gli Smarriti da recuperare sono affascinanti ma noi li salviamo lo stesso.

Contesto: Dove Cavolo è il Mio Gufo?

La storia è ambientata ai nostri giorni con Harry Potter che fa il postino per Hermione e ci porta gli ordini dal Ministero della Magia. A quanto pare un sacco di robina magica si è sparpagliata per il mondo a seguito di una Calamità misteriosa. Ora tocca a noi mettere tutto al sicuro prima che i Babbani si accorgano di qualcosa. Ogni sorta di oggetto, ricordo, animale o personaggio magico deve tornare al suo posto legittimo. A complicare tutto cìè la magia dei Soqquadri che circondano i nostri obbiettivi e devono essere sconfitti. Per portare a termine il compito vestiamo la nostra migliore casacca viola e andiamo in giro per la mappa di gioco a vivere avventure. Siamo nei panni di un mago già diplomato ad Hogwards quindi possiamo dire addio al sogno di ricevere la lettera di iscrizione tramite gufo. Questo è il primo enorme problema! Il secondo problema consiste nelle animazioni: sono fantastiche ma lunghe e finiscono per annoiare piuttosto presto. Per fortuna si possono saltare con un semplice tap sullo schermo.

Cosa troviamo sulla mappa: Smarriti

In giro c’è proprio di tutto e la mappa di gioco appare affollata. Il nostro obbiettivo principale restano gli Smarriti che si dividono in 10 categorie:
Ogni categoria rappresenta una collezione di figurine da completare. Quando recuperiamo uno specifico Smarrito per la prima volta guadagnamo la sua figurina per la nostra collezione. Ognuno di questi smarriti si presenta sulla mappa di gico con uno stemma fiammeggiante e luminoso del colore corrispondente alla categoria di appartenenza. Toccando lo stemma entriamo in azione per salvarlo dalle grinfie malefiche del Soqquadro che lo tiene in ostaggio. Anche queste entità malefiche si dividono in una moltitudine di minacce magiche differenti:
E molto altro. Per scacciare ciascuna minaccia esiste una magia specifica che richiede un movimento di bacchetta esatto ed accurato. La notra bravura nel lanciare l’incantesimo viene valutata a seconda della velocità di esecuzione e dell’accuratezza con cui seguiamo il tracciato sullo schermo. Un volta eliminato il Soqquadro riceviamo il ringrazziamento dello Smarrito e lo vediamo sparire tramite materializzazione per tornare al suo legittimo posto nel mondo magico. A noi restano le ricompense e la sua figurina da aggiungere alla collezione. In alcune zone troviamo anche degli stendardi che ci dicono quali tipologie di oggetti magici sono più diffusi nell’area di gioco in cui ci troviamo.

Cosa troviamo sulla mappa: Taverne e Serre

Salvare gli Smarriti e combattere i Soqquadri ci consuma letteralmente le energie. Per fortuna il Ministero della Magia ha preso accordi con Taverne e Serre per rifornirci di Energia Magica e Strumenti ma possiamo servirci di ciascun punto di rifornimento solo una volta ogni 5 minuti. Infatti le Serre alzano una bandierina rossa e le Taverne accendono il caminetto dopo che ci siamo serviti presso di loro. Mentre fanno crescere le erbe e preparano le vettovaglie è meglio continuare a muoversi per visitare altri punti di interesse…

Cosa troviamo sulla mappa: le Fortezze

Le Fortezze sono vere e proprie roccaforti della malvagità. Queste cupe strutture costituiscono la sfida maggiore per noi maghi (e streghe). Sono organizzate in livelli di difficoltà crescente con avversari sempre più agguerriti ed esperti. Anche in questo caso per eliminare il male dobbiamo tracciare gli incantesimi seguendo un percorso sullo schermo ma con un pizzico di difficoltà in più. Per prima cosa pigiamo la nostra bacchetta e sullo schermo compare una stella grigia che facciamo coincidere con il bersaglio disegnato sull’avversario. Infatti il tracciato dell’incantesimo di attacco compare solo se riusciamo a prendere bene la mira. Per fortuna siamo in grado di produrre anche uno scudo che ci difende dagli assalti magici che riceviamo: basta seguire con il dito la freccia diritta che compare quando stanno per riempirci di mazzate magiche. Alla fine avremo un dito allenatissimo.

Cosa troviamo sulla mappa: gli Ingredienti ed i Bauli Passaporta

Anonimi e poco visibili sulla mappa ma ci sono anche loro. Si tratta di Ingredienti e Bauli Passaporta. Sono importanti e basta toccarli per collezionarli senza sforzo. Gli ingredienti sono tutti roba molto utile per preparare Pozioni da usare durante le battaglie. Invece i Bauli si aprono usando le chiavi che recuperiamo giocando. Quando associamo una chiave ad un baule ci tocca percorrere qualche chilometro per farlo aprire ed essere trasportati direttamente ad uno Smarrito da liberare con un mini-gioco.

Parallelo tra Wizards unite e Pokémon Go

Partiamo avvantaggiati se già giochiamo a Pokémon Go. Infatti le dinamiche di gioco diventano subito più chiare:
Quindi collezioniamo gli Smarriti catturandoli allo stato brado per completare la nostra collezione. Con ogni cattura consumiamo Energia Magica da ricaricare presso Serre e Taverne. Quando siamo in vena di avventure e vogliamo ricompense bonus, possiamo attaccare una Fortezza e sconfiggere i cattivoni di turno con l’aiuto di qualche Pozione.

Come Scegliere la Bacchetta

Ogni mago che si rispetti registra la sua bacchetta presso gli uffici del ministero e noi non facciamo eccezione. La bacchetta magica è uno strumento troppo importante per essere lasciato al caso. Vediamo come scegliere la combinazione di elementi che più ci rappresenti. Dalla mappa di gioco pigiamo sull’icona in basso a sinistra che ha la forma di un mago ed accediamo alla nostra personale patente di mago. Proprio al centro del documento c’è la sezione dedicata alla nostra bacchetta. Ci basta toccare la scritta “Registra la tua bacchetta!” per visualizzare l’elenco degli elementi da scegliere. Passiamo quindi a comporre il nostro strumento da mago. Per prima cosa conviene scegliere uno dei tre nuclei disponibili
tra Drago (potente ma frivolo), Unicorno (fedele e stabile) o Fenice (versatili ma esigenti). Il resto è una passeggiata. Abbiamo due possibilità: usare gli altri elementi per compensare le debolezze del Nucleo oppure sceglierli per potenziare ulteriormente i punti forti. Ad esempio io scelgo un nucleo di Drago per la potenza e poi posso usare una bacchetta corta, poco flessibile e di un legno molto fedele per evitare che altri si approprino del mio piccolo tesoro. Altrimenti, sempre usando il nucleo di Drago, posso optare per un legno versatile e flessibile allo scopo di accentuare l’esuberanza della mia magia.
In caso di estrema indecisione c’è sempre da fare affidamento sul volere della nostra stessa bacchetta. Infatti basta toccare il tasto di generazione casuale per vedere quale bacchetta ci sceglie di sua spontanea iniziativa.

Pubblicato da DoDo

Sono Dodo lavoro nel mondo dell'informatica ed ho studiato all'Università MFN di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.