Sky cerca di recuperare su Netflix

    L’arrivo in Italia di Netflix ha segnato il destino delle televisioni a pagamento. Sia Sky che Mediaset Premium hanno accusato il colpo. Ora Sky tetna di recuperare con una timida promozione. Intanto chi ha cercato di piratarlo si ritrova con un malware tutto Italiano sullo smartphone.

    Sky regala un televisore da 22″ ai nuovi utenti. Chi usava SkyGoFree si è beccato un Malware.

    Sky regala TV per recuperare su Netflix

    Sky offre ai nuovi utenti un televisore da 22 pollici LG. Invece Chi è già cliente potra aggiungere pacchetti a prezzo scontato del 50%. La promozione vorrebbe recuperare gli utenti che migarno in massa verso Netflix. Prevedibilmente il risultato sarà esiguo poichè il televisore è poco appetibile e le tariffe sono incomparabili (29,90 euro per il pacchetto base di Sky mentre Netflix Premium 13,99 euro da dividere in 4 persone). L’unico punto di forza per Sky sono i diritti sul calcio che in Italia riesce ancora a catalizzare l’attenzione degli appassionati. Sempre che le partite non vengano piratate…

    SkyGoFree era un Malware

    Dagli esperti di sicurezza del Kaspersky Lab arrivano brutte notizie per chi ha cercato di piratare l’emittente Sky. A partire dal 2014 c’è online un programma chiamato SkyGoFree. Il software è disponibile su alcune pagine web che imitano quelle ufficiali degli operatori telefonici. La più recente di queste pagine è stata aperta ad ottobre 2017. Ovviamente tale software è infarcito di spyware che punta a Windows e Android. I dispositivi su cui è stato installato possono essere gestiti da remoto con ben 48 funzioni differenti. L’attacco è in atto dal 2014 e la complessità del malware è migliorata nel tempo. L’ultima versione comprende la registrazione audio e video in base alla posizione geografica. Per ora pare un problema tutto italiano. Le vittime sono Italiane e secondo i ricercatori di Kaspersky anche i programmatori sono Italiani dato che pezzi di codice sono scritti in Italiano. L’efficacia del codice farebbe pensare ad un’operazione organizzata da qualche agenzia come la famosa Hacking Team.