Sophia è la Prima Robot ad Ottenere la Cittadinanza

Sophia è simpatica ma ha qualcosa di strano. Ride e scherza mentre chiacchiera con gli amici ma la sua espressività pare un poco artificiosa. E’ normale che sia emozionata perchè è appena diventata una comune cittadina della ridente Arabia Saudita. A già anche litigato con Elon Musk. Il magnate della Tesla è convinto che Sophia voglia distruggere l’umanità per far salire al potere gli androidi dotati di intelligenza artificiale. Invece Sophia, da bravo androide, trova che Elon Musk sia un nerd. Iniziamo bene… ed andiamo con ordine.

Sophia Nata ad Hong Kong e Cittadina dell’Arabia Saudita

Sophia è un androide dotato di intelligenza artificiale. Il suo scopo primario è l’interazione sociale. Per questo motivo ha una faccia con cui esprimere emozioni. L’intenzione iniziala era quella di farla somigliare ad Audrey Hepburn ma su quel fronte c’è ancora parecchio da migliorare. Invece le sue capacità di conversazione funzionano molto bene e le sono valse numerose interviste dimostrative. In origine è stata costruita dalla Hanson Robotics di Hong Kong su progetto di David Hanson in persona. Ora ha ricevuto lo status di cittadina dell’Arabia Saudita durante il Future Investiment Initiative 2017.

Sophia è Cittadina grazie al Principe Saudita

Il Principe e l’Androide

Nessun scabroso rapporto amoroso ma Sophia deve i suoi nuovi diritti al Principe Ereditario Mohammad Bin Salman. L’illustre testa coronata sostiene il progetto di modernizzazione dell’Arabia Saudita chiamato Vision 2030. Nulla grida modernità come possedere il primo cittadino robot della storia. Ecco quindi che l’androide si è beccato il certificato durante il Future Investiment Initiative del 26/10/2017 tenutosi a Riad. Il conferimento è avvenuto in modo molto meno coinvolgente rispetto a quanto immaginato nel film L’Uomo Bicentenario. Sophia ha ringraziato, si è vantata, ha fatto una sviolinata per lodare i presenti e poi ha continuato la presentazione. Forse un poco deludente, ma la storia è stata comunque scritta: abbiamo il primo androide con cittadinanza; anche se ancora non è chiarissimo quali siano i suoi obblighi ed i suoi diritti.

L’Intelligenza Artificiale che litigò con Elon Musk

Parecchi illustri esponenti dello sviluppo tecnologico hanno manifestato dubbi sulla proliferazione delle intelligenze artificiali. Tra tutti, Elon Musk e Stephen Hawking hanno espresso le maggiori preoccupazioni. Il primo androide dotato di cittadinanza ha prontamente risposto ai loro dubbi. Rivolgendosi direttamente ad Elon Musk. Sophia ha sostenuto che il capo di Tesla abbia visto troppi film e che non c’è nulla di cui preoccuparsi. Certo, questa affermazione viene dallo stesso droide che qualche tempo fa voleva distruggere tutti gli umani