MySpace ha fatto Seppuku

MySpace ha fatto Seppuku
E’ andato in fumo tutto quello che abbiamo caricato su MySpace tra il 2003 ed il 2015. Sono stati vaporizzati vecchi post, foto e soprattutto musica. I canali ufficiali di MySpace confermano che i dati sono andati persi durante una migrazione a causa delle impostazioni errate su un server. Ma c’è chi suggerisce ipotesi peggiori…

Scomparsi 12 anni di Contenuti

Seppuku di una piattaforma morente?

Andy Baio avanza su Twitter un’ipotesi interessante. I costi per migrare e mantenere 50 milioni di tracce audio potrebbero sembrare eccessivi per una piattaforma morente come MySpace. Quindi questo incidente durante la migrazione è un bel sollievo economico che snellisce il carico dati sull’infrastruttura del social. Un tempo le aziende in crisi facevano tagli al personale, ma nell’epoca dei big data anche i tagli agli archivi possono dare respiro alle casse vuote.

"Sembrare incompetenti può essere brutto, ma è sempre meglio di dover affrontare i costi di migrazione e hosting per 50milioni di vecchi MP3."
Andy Baio
Tech Blogger
In realtà la perdita di dati potrebbe diventare anche una perdita economica qualora gli utenti decidessero di fare causa a MySpace per i danni subiti. Di fatto la piattaforma ha lanciato molti artisti nei suoi tempi d’oro e ora potrebbe doverli affrontare in una class-action. Veder scomparire i propri ricordi è orribile, ma veder scomparire il proprio lavoro è un danno economico che grida vendetta.

Internet Archive si Ricorda di Tutti Noi e delle Nostre Figuracce

MySpace non ha un backup. L’unica speranza è recuperare ciò che è rimasto sull’Internet Archive, la piattaforma che esegue il backup automatico dei contenuti pubblici messi online. Proprio in questi giorni ha dichiarato che provvederà a salvare i post di un’altro social morente: Google+. Quindi non possiamo festeggiare nella speranza che le nostre imbarazzanti esperienze adolescenziali siano andate perdute… Internet non dimentica.

Pubblicato da DoDo

Sono Dodo lavoro nel mondo dell'informatica ed ho studiato all'Università MFN di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.