<!--:it-->Il computer dentro al mouse<!--:-->

Un estroso team di giovani Polacchi ha ideato MouseBox. Un processore ARM Cortex e la dotazione di uno smartphone infilati dentro ad un mouse. L’idea è quella di creare un computer completo ma grande come un mouse per renderlo più pratico. Non è la prima volta che qualcuno tenta di infilare un computer dentro una singola periferica. In passato ASUS aveva provato ad inserire un pc dentro una tastiera con la sua Eee Keyboard e non aveva avuto molto successo. E sempre  ASUS aveva promosso la diffusione dei netbook ultraportatili che spopolavano qualche anno addietro.

Vediamo quindi le caratteristiche di MouseBox:

  • processore ARM Cortex da 1,4 GHz
  • 128 GB di memoria per lo Hard Disk
  • 1 porta HDMI
  • 2 porte USB
  • Sistema Operativo Linux oppure Android (ipotesi basata sul video di presentazione del prodotto)
  • connettività WiFi

La tastiera dovrà essere collegata ad una delle due USB mentre la porta HDMI servirà per il monitor. Il video di presentazione lascia intuire che MouseBox sia pensato per l’uso in ambienti di lavoro e quindi i suoi 128 GB sono più che sufficienti dato che ormai per i documenti si utilizzano quasi esclusivamente le soluzioni cloud (come DropBox, Google Drive, Microsoft One Drive oppure RollApp).

In conclusione, da molto tempo c’è la richiesta di un computer compatto, a basso costo e portatile per il lavoro da ufficio e MouseBox potrebbe essere arrivato al momento giusto.