False Mail di Rimborso dal Fisco

Il 28 Agosto 2017 l’Angenzia delle Entrate avverte con un comunicato ufficiale che i contribuenti stanno ricevendo mail fasulle in un’ampia operazione truffaldina. I messaggi promettono rimborsi ma servono solo come cavallo di troia per infettare il tuo computer.

Il Fisco vuole Rimborsarti? Troppo bello per essere vero…

La truffa si basa sull’invio di una falsa mail che ti promette rimborsi di tasse e canone rai. Il mittente sembra essere l’Agenzia delle Entrate ma in realtà si tratta di un inganno. Nel testo vieni invitato a cliccare su un link oppure a scaricare un modulo in allegato. Entrambe le azioni mirano ad impossessarsi dei tuoi dati personali ed infettare il tuo computer con un malware. Anche la Polizia Postale consiglia ufficialmente di non aprire allegati e buttare il messaggio. Ci sono regole di principio generale che possono metterti al sicuro da questo tipo di truffa. Non aprire mai allegati presenti nelle mail che arrivano quando non conosci il mittente. Inoltre non fornire i tuoi dati personali senza aver controllato l’identità e l’attendibilità del sito su cui ti trovi.

Non Aprire l’Allegato e Butta Quella Mail nel Cestino

Cosa Fare se Hai già Cliccato

Segnala subito alla Polizia Postale che sei vittima di phishing. Poi procedi a fare scansioni antivirus approfondite di tutto il tuo sistema. Non fidarti del tuo antivirus abituale; fai delle scansioni in sequenza con tutti i seguenti antivirus GARTUITI: ClamWin Portable, Kaspersky TDSSKiller Portable, McAfee Stinger Portable, SpyBot Search and Destroy Portable. Inoltre controlla le impostazioni con il software gratuito HijackThis Portable. Dopo una settimana ripeti le scansioni ed i controlli per assicurarti che nessuna bomba logica abbia installato nuovamente il software dannoso.