<!--:it-->Incontra l’anima gemella su LinkedIn mentre cerchi lavoro<!--:-->

Max Fischer deve aver pensato che un colloquio di lavoro sia molto simile ad un primo appuntamento dato che ha creato BeLinked. Questa App per iPhone sfrutta i dati dei profili LinkedIn per combinare incontri e proporre appuntamenti alla maniera di Tinder. Lanciata sul mercato il 15 settembre del 2014, BeLinked voleva chiamarsi LinkedUp ma il nome ha subito modifiche per sottolineare la mancanza di una qualunque forma di partnership con LinkedIn.

Ma cosa spinge qualcuno ad utilizzare BeLinked invece di Tinder? Cosa distingue questo LinkedUp dagli altri siti di incontri? Per molti utenti il punto di forza è l’affidabilità delle informazioni. La speranza segreta di ogni iscritto è che questa app sia sincera. Infatti abbondano gli studi che evidenziano un’altissima percentuale di informazioni false e profili fake in quasi tutte le app per appuntamenti. Invece le informazioni pubbliche dei profili LinkeIn dovrebbero essere veritiere poichè se ne dovrà rispondere presso i datori di lavoro. Internet però è molto veloce nell’adattarsi è già abbondano suggerimenti e guide per migliorare l’appeal del proprio profilo. Esistono persino professionisti che dietro compenso riscrivono i curriculum vitae per renderli più attraenti tanto per i datori di lavoro quanto per i potenziali partner.

Ecco allora che entra in gioco il secondo importante fattore di interesse di BeLinked: il reddito. Si sa che in periodo di crisi sia le donne che gli uomini cercano stabilità economica nel proprio partner. Pare che la maggior parte delle ricerche effettuate sui siti di incontri si limiti ad un generico reddito sopra i 3000 euro al mese. Sarà poco romantica ma la possibilità di vivere da mantenuto pare fare gola a molti.