<!--:it-->Il Drago D’Oro 2015: qualcuo chiami Van Damme<!--:-->

Ed ecco che… sono arrivate le nomination del Drago D’Oro per il miglior videogioco dell’anno. Questa volta non si tratta di una enorme statua che Van Damme vuole fregarsi a colpi di MuayTahi, ma del premio per i videogiochi più videogiocosi del nuovo anno. In teoria scegli tu votando sul sito ufficiale. Ci sono anche delle nomination italiane. Noti subito che mancano gli Indie tra i nominati principali e che i toni sono troppo entusistici. Tra i grandissimi capolavori sono stati inseriti anche giochi non troppo apprezzati dal pubblico. Probabilmente gli editori italiani hanno scelto di inserire comuque questi titoli nella speranza di far cambiare idea ad un pò di clienti, ma si nota subito che i titoli scelti fanno spesso parte di serie consolidate ed ormai poco innovative.

Ecco l’elenco dei candidati per la scelta del pubblico (nello stesso ordine alfabetico presentato sul sito ufficiale):

  • Alien Isolation
  • Assassin’s Creed Unity
  • Bayonetta 2
  • Dark Soul II
  • Destiny
  • Dragon Age: Inquisition
  • Elite: Dangerous
  • Mario Kart 8
  • Valiant Hearts: Great War
  • Wolfenstein: The New Order

Personalmente ti consiglio di dare un’occhiata a Valiant Hearts che si distingue per una certa vena di originalità. Tra gli altri titoli almeno 5 su 10 sono parte di una serie… il Drago D’Oro non è certo innovativo.