[:it]Soft ExoSuite, c’è un pò d’Italia nella rivoluzione degli esoscheletri [:]

[:it]Soft ExoSuite, c’è un pò d’Italia nella rivoluzione degli esoscheletri [:]

[:it]

Soft ExoSuite è un nuovo tipo di esoscheletro presentato dall’Università di Harvard al TEDxPadova. L’ingegnere italiano Fausto Panizzolo ha esposto i risultati ottenuti dal team di 40 scienziati dell’ateneo Americano: un paio di pantaloni flessibili in grado di capire e potenziare i tuoi movimenti mentre li indossi.

I Soft ExoSuite sono dotati di nuovi sensori flessibili che permettono di rilevare le contrazioni dei tuoi muscoli. I segnali dei sensori vengono interpretati tramite un database costruito con il motion capture e quindi il motore da 200 Watt manovra i cavi per potenziare le tue gambe. Questo sistema è estremamente semplice ed efficace. Inoltre abbatte i costi per la costruzione di esoscheletri poichè riduce drasticamente la quantità di metallo necessaria e la complessità della componentistica.

Il primario impiego del progetto è quello voluto dal DARPA per i campi di battaglia; ma nulla esclude l’utilizzo per l’assistenza ai disabili o nei lavori pesanti.

[:]

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da DoDo

Sono Dodo lavoro nel mondo dell'informatica ed ho studiato all'Università MFN di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.