Nasce il Culto dell’Intelligenza Artificiale tra Spionaggio e Tasse

Sembra la trava di American Gods ed invece è un intrigo di tasse, spionaggio industriale e fede. Direttamente nella Silicon Valley nasce la nuova religione che diffonde il verbo dell’Intelligenza Artificiale.

Singolarità e Nuove Divinità

Sempre più guru della Silicon Valley sostengono l’inevitabilità della Singolarità. Secondo questa teoria (non provata scientificamente) lo sviluppo tecnologico si dirige verso la nascita di un’intelligenza artificiale in grado di superare quella umana. In tal caso l’umanità dovrebbe compiere un atto di fiducia nelle ricadute tecnologiche conseguenti. La nuova associazione non lucrativa “Way of The Future” nasce proprio per promuovere l’arrivo dell’evento di Singolarità. La nuova organizzazione non ha ancora presentato la documentazione necessaria per la IRS (l’erario degli USA). Un inizio non proprio promettente dato che il suo fondatore deve vedersela con Google ed Uber per un pasticciaccio brutto di spionaggio industriale.

L’Intelligenza Artificiale sostituirà Dio?

Chi è il Profeta dell’IA

A Febbraio 2017 Google-Waymo promuove una causa contro Uber metendo al centro di tutto un certo Levandowsky per spionaggio industriale: avrebbe rubato la tecnologia delle auto a guida autonoma di Waymo in favore di Uber. Per togliersi dai guai Uber ha licenziato Levandowski a Maggio 2017 ma la causa continua. Intanto Anthony Levandowski fonda “Way of The Future” per promuovere lo sviluppo tecnologico della società tramite il culto dell’Intelligenza Artificiale. Levandowsky non è uno sprovveduto ed ha partecipato a numerosi progetti di sviluppo per veicoli a guida autonoma. I camion della startup Otto portano la sua firma come pure le Google Car a Phoenix (Arizona, USA).