La Difesa adotta LibreOffice in sotituzione di MS Office

Il 15 Settembre 2015 l’Associazione LibreItalia ONLUS ha ufficialmente annunciato che collaborerà con il Dipartimento della Difesa Italiano per portare LibreOffice nella pubblica amministrazione. La suite open source per l’office automation sostituirà gradualmente MS Office nel corso del 2016. L’operazione allinea il Dipartimento della Difesa con l’articolo 18 del DL n. 83 del 22 giugno 2012 ed ha ricevuto il plauso del AgID. Infatti nell’Unione Europea la pubblica amministrazione deve obbligatoriamente adottare software e formati di documenti standard ed open source per garantire compatibilità, usabilità e sicurezza.

L’iniziativa della Difesa Italiana arriva dopo che la pubblica amministrazione di Francia ha riconfermato di preferire il software open source al costoso ed inefficiente MS Office. Anche Olanda, Spagna, Germania e Regno Unito sono già passate o stanno passando a LibreOffice. In Italia sono già molti gli enti che hanno adottato forme più o meno estese di Open Source:

  • Regione Emilia Romagna.
  • Provincia di Perugia, Cremona, Macerata, Bolzano e Trento.
  • Comuni di Bologna, Piacenza e Reggio Emilia.
  • Ospedale Galliera di Genova.
  • ASL 5 del Veneto.
  • Trasporto pubblico del Gruppo Torine Trasporti.
  • Biblioteca Comunale di Terni.

A Pesaro ci hanno provato ma delle informazioni errate li hanno fatti desistere. Il comune di Pesaro ha ripristinato MS Office credendo che fosse l’unico modo per poter utilizzare il cloud. In realtà i formati open source sono largamente adottati nei cloud per la loro natura flessibile. Ad esempio Google Drive ha sviluppato la piena compatibilità con il formato Open Document Format. Online sono anche disponibili versioni browser di LibreOffice ed OpenOffice come quelle offerte da RollApp.

LibreOffice è una fork nata da OpenOffice quando il marchio Sun venne acquistato da Apache e Oracle. Le due versioni sono entrambe open e gratuite, ma LibreOffice si presenta più leggera e personalizzabile rispetto ad OpenOffice.org di Oracle e può essere installata anche su una chiavetta USB per averla sempre a disposizione su qualunque computer.