iPhone X: in ritardo e troppo caro

Il 12 Settembre 2017, la Apple ha svelato i 2 nuovi modelli di melafonino: iPhone X e iPhone 8. Anche i fan più appassionati iniziano a manifestare dubbi: design copiati, funzioni limitate e prezzi irrealistici. Ancora pesano le scelte sbagliate sul jack audio dell’iPhone 7 e i problemi di sicurezza.

I nuovi iPhone 8 ed iPhone X

Questa volta la concorrenza era agguerritissima: tutte le case rivali hanno sfornato in anticipo i loro prodotti più innovativi da schierare contro la Apple. Sul mercato sono arrivati nuovi modi di utilizzare gli smartphone per lavoro e svago. La Samsung ha presentato Galaxy Note S8 che diventa un computer grazie alla Samsung Dex. Google rilancia il Pixel con l’acquisizione della Htc. La doppia telecamera di Huawei P9 lo ha reso il miglior smartphone per video e foto. In tutto questo turbinio innovativo era naturale che la Apple si presentasse con strumenti all’avanguardia e dotati di… nulla. Nulla di nuovo, nulla di innovativo e nulla di concorrenziale. Persino il tanto atteso riconoscimento facciale non ha funzionato correttamente durante la presentazione (guarda il video che trovi qui sotto).

iPhone X non innova e costa troppo

Prezzo Ingiustificabile

Il nuovo iPhone X ha un prezzo di lancio di 1189 euro (in Italia). Il confronto immediato con il Samsung Glaxy S8 lascia l’Iphone X alla linea di partenza. Un Galaxy con la sua Dex costa circa la metà di un iPhone senza adattatori. Un prezzo che non ha alcuna giustificazione. Con metà di tale cifra è possibile acquistare un Samsung Galaxy Note S8 con tanto di Samsung Dex. Quindi da un lato spenderesti 1189 euro per uno smartphone Apple pieno di incompatibilità; un prodotto che ti richiede i soliti 3 o 4 adattatori. Dall’altro puoi avere uno smartphone top di gamma che sostituisce un computer fisso.

Le Crepe iniziano ad Allargarsi

Per alcuni è evidente che la Apple abbia perso colpi. Secondo altri non ha mai avuto cartucce valide. In questi anni il rapporto tra l’azienda ed i suoi clienti si è guastato progressivamente. Nel 2015 il caso XcodeGhost ha evidenziato che non venivano svolti controlli accurati sulle app vendute nello store. Con il lancio dell’iPhone 7 si è visto come la Apple sia arrivata ad ingannare i suoi clienti: un pezzo di plastica inerte ha preso il posto del jack audio. Quindi la connettività delle cuffie tradizionali è stata sacrificata senza usare quello spazio per ampliare la batteria od aggiungere memoria e funzionalità. L’iPhone 7 è stato venduto come innovativo quando era solamente mutilato. Ora arriva l’iPhone X con il suo prezzo ingiustificabile.