Inbox Dismesso da Google a Marzo 2019

    Il progetto Inbox verrà chiuso a Marzo 2019 seguendo il tradizionale iter di sviluppo di Google che prevede di creare nuove funzioni su app secondarie per non turbare le fragili menti di noi utenti. Vediamo cosa cambia mentre l’ennesimo esperimento di Google percorre il suo miglio verde verso l’oblio.

    L’esperimento di Inbox terminerà a Marzo 2019. GMail si fagociterà le Parti Migliori

    Addio Inbox, si torna a GMail

    Google chiuderà Inbox a Marzo 2019 senza dargli tempo di diventare maggiorenne dato che venne lanciato sul finire del 2014. Quindi abbiamo molto tempo per effettuare il passaggio dalla app morente verso la fidata GMail nel modo meno traumatico possibile. Ovviamente conserveremo tutti i nostri messaggi immportanti. Inoltre disponiamo della procedura ufficiale che mostra come la maggior parte delle funzionalità di Inbox siano già presenti nella casella mail tradizionale. Infatti gli esperimenti riusciti finiranno per arricchire gli altri applicativi del Cloud Google: si tratta quindi di smembrare l’app sperimentale e darla in pasto a quelle tradizionali per traghettarle nella modernità. GMail e Calendar hanno già ricevuto upgrade dell’interfaccia ed una maggiore integrazione con gli altri servizi online. Infatti troviamo già inclusi nell’interfaccia web sia le liste todo della rinnovata Task che i post-it di Keep per salvare note importanti ed entrare in paranoia quando una scadenza si approssima. Inoltre potremo usufruire di un’intelligenza artificiale migliorata e di una ricerca più accurata.