Gli scienziati sfidano Facebook

Gli scienziati sfidano Facebook

Nel maggio del 2008 Greg Cruikshank decise di far evolvere lo spirito originale di Internet e creare un network di interconnessione tra scienziati di tutto il mondo. In breve tempo il progetto cresce e diventa un vero e proprio social network completamente dedicato alla collaborazione ed allo scambio di informazioni tra studiosi.

Oggi Labroots mostra continui segnali di crescita e si affianca a colossi come Linkedin e Facebook. Il successo si deve al continuo aggiornamento della piattaforma ed all’ambito specifico in cui opera. Linkedin è per il lavoro (e per rimorchiare); Facebook è per il cazzeggio… Labroots è per la scienza! Il vantaggio di poter utilizzare un social network dedicato risiede nel poter escludere troll e gruppi pseudoscientifici che invece abbondano su piattaforme come Facebook o Tsu. In pratica i cialtroni rimangono fuori poichè Labroots è specializzato nell’informazione tecnologica e scientifica e quindi attira, per ora, solo professionisti e reali appassionati.

Labroots ha tutte le funzioni basilari di un solido social network come contatti, newsfeed ed organizzazione di eventi. L’iscrizione è gratuita ed aperta a tutti: professionisti od appassionati.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da DoDo

Sono Dodo lavoro nel mondo dell'informatica ed ho studiato all'Università MFN di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.