<!--:it-->Giocare a fare dio diventa di moda<!--:-->

Quei megalomani di videogiocatori si dilettano sempre più a impersonare divinità onnipotenti. Dopo il MOBA Smite, arriva Rise of Incarnates. FPS, MOBA e picchiaduro fino ad ora si contendevano il posto di gioco preferito nel tuo cuore? Pare che il team di Rise of Incarnates voglia risolverti il dilemma interiore.

Andiamo con ordine. In un futuro messo male la gente inizia a fondersi con mostri e divinità antiche ed è così che nascono le Incarnazioni: combattenti dalle capacità sovraumane. Tu sarai una di queste incarnazioni. Non stare a chiederti come o perchè, goditi il fatto che ora puoi sparare laser dalle orecchie e comandare orde di non morti.

Ed ora che abbiamo sistemato la questione noiosa della trama possiamo passare alla parte interessante e cercare di capire questo gioco che unisce picchiaduro e MOBA. Come in un picchiaduro in team ladder, sei in una squadra di due giocatori che deve pestare gli avversari con combo e mosse letali. Come in un MOBA che si rispetti potrai scagliare sui tuoi avversari un’infinità di abilità perverse e dagli effetti contorti.

Il gioco è gratuito e vale sicuramente una prova. Buon divertimento.