Battlefield Play4Free – Fare punti con il Recon

Ammettilo: già alla prima partita di Battlefield Play For Free ti sei pentito di aver scelto la classe recon. Quella che hai preso sembra proprio la peggiore delle classi:

  • Hai solo il mirino telescopico.
  • I nemici non vengono visualizzati con il tag e vengono avvisati con un cicalino ogni volta che li miri.
  • Il tuo sensore di movimento è stato ripetutamente depotenziato e le tue munizioni scarseggiano.
  • Le tue armi sono le uniche che hanno proiettili soggetti alla fisica: mentre un tuo colpo precipita verso il basso nel giro di 200 metri, le altre classi tirano dritto come un treno merci.
  • I medici possono cecchinare meglio di te con i mitragliatori pesanti e gli assaltatori possono scaricarti addosso una pioggia di proiettili a caso per eliminarti prima che tu possa sparare un solo colpo.
  • Altre sfighe assortite.
  • Nessuno ti vuole bene: anche i tuoi compagni di squadra ti chiamano camper perchè vogliono assaporare le  tue salate lacrime virtuali…

Ebbene hai ragione: sei la classe più schifezza di Battlefield Play4Free; ma puoi evitare il suicidio perchè bastano pochi aggiustamenti alla tua strategia di gioco per avere partite divertenti (e punteggi interessanti).

Per prima cosa fidati di Capitan Ovvio: la tua arma è da cecchino. Forse le implicazioni di questa superiore verità non sono del tutto chiare: il tuo scopo non è fare tante kill, ma farle dalla distanza seminando il panico sui server di Battlefield. Ogni kill da una distanza superiore ai 50 metri ti accrediterà un bonus pari ad un punto esperienza per ogni metro percorso dal tuo proiettile (ovvero 300 metri corrispondono a 300 punti). Per ogni mappa, impara dove si trovano i punti rialzati che ti consentono di colpire le bandiere o gli M-COM. Cerca di tirare al massimo 4 colpi da una stessa posizione perchè i nemici sapranno dove sei già al tuo secondo sparo. Spesso i giocatori che elimini verranno a cercarti per ottenere il bonus della kill per vendetta (20 punti) quindi mantieniti in movimento. In pratica devi sparare un paio di colpi, minare la tua vecchia postazione e andare alla posizione da cecchino sucessiva. Una stategia che ti frutterà numerosi insulti da parte della squadra avversaria… perchè se non vieni insultato, stai facendo il tuo lavoro solo a metà!

Scegli la tua postazione avendo cura di non essere esposto su più di tre lati: potrai controllarne uno con il sensore di movimento, uno con le mine e sparare lungo il terzo. Le posizioni migliori per fare tiri dalla distanza sono quelle che ti consentono di colpire gli altri cecchini: sono bersagli facili mentre stanno fermi per prendere la mira sui tuoi compagni ed inoltre non hanno il cicalino che li avverta dei proiettili in arrivo. Soprattuto impara ad usare il cambio di visuale della telecamera per sbirciare dietro gli angoli e sapere quando qualcuno cerca di aggirarti per prenderti alle spalle.

Sfrutta il sensore di movimento per fare punti. Lancialo nel mezzo delle zone dove l’azione è più frenetica: aiuterai i tuoi compagni e otterrai 10 punti per ogni kill. Anche spottare è di grande aiuto per i tuoi alleati che stiano andando all’assalto di una posizione nemica. Naturalmente i tuoi alleati devono essere abbastanza svegli da controllare la minimappa per trarre vantaggio dai tuoi segnali.

Piazza le claymore in punti dove siano nascoste da cespugli od erba alta. Piantale dietro gli angoli od i muretti bassi. Insomma cerca di renderle meno visibili in modo che i nemici le calpestino senza poterle aggirare. Cerca anche di individuare quali siano i percorsi più utilizzati dal nemico per assaltare le posizioni della tua squadra e concentra le mine in tali punti. In pratica devi trollare.

La tua arma deve essere il GOL oppure il famigerato M95. Non provare a diventare un cecchino da assalto con i fucili mitragliatori e non sprecare denaro sui superfucili-antiveicolo di Battlefield. GOL ed M95 eliminano i nemici dalla distanza con un solo colpo in modo più che efficiente: il GOL è veloce; lo M95 è potente per i tiri a distanze astronomiche.